Pagina iniziale > Attività culturali > Programma del mese
 

Italiano / Español

Programma del mese



Mostra: "DOCE. DODICI"

22/01/2014 - 16/05/2014

Il Progetto DOCE. DODICI. ARTE CONTEMPORÁNEO (DD12), nasce dalla primordiale necessità dell’artista di esprimere la propria creatività.  Si tratta di un’esposizione collettiva che il  MECA -Mediterráneo Centro Artístico- organizza, mettendo in mostra l’opera di 12 artisti contemporanei le cui identità artistiche interagiscono creando linguaggi globali senza tempo, forme e luoghi.
MECA, ancora una volta mantiene saldo l’impegno di promuovere e diffondere l’arte contemporanea a livello internazionale e in questa occasione presenta in una mostra collettiva, le 50 opere di 12 artisti provenienti da diverse province dell’Andalusia, Burgos e Valenzia: Toña Gómez, Juan Morante, Fernando Bañes, Jerónimo Muñoz, Antonio de Diego Arias, Fernando Barrionuevo, Antonio Sanz de la Fuente, Belén Mazuecos, Marie-Pierre Guiennot, Pedro Cuadra, José Francisco Martín Pastor e Tomás Cordero, più l’artista olandese di origini irachene Ali Rashid. Le opere, realizzate per questa esposizione, contemplano diverse tecniche che spaziano dalla pittura, all’installazione e all’incisione.

INAUGURAZIONE: 22 gennaio ore 19.00 Sala Esposizioni dell'Instituto Cervantes

Ciclo di cinema: "Canarias en corto"

07/04/2014

Nell ambito del ciclo di proiezioni El Corto sobre el Mapa, si apre un dialogo con il programma Canarias en Corto che prevede la proiezione dei seguenti cortometraggi: Cosas que olvidamos, El círculo; En un momento, La caja de Medea. La sessione avrà una durata di 82 minuti. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Recital letterario: "Incontro con Chantal Maillard"

10/04/2014

In occasione della pubblicazione in italiano della raccolta di poesie Ammazzare Platone (Elliot Edizioni), la poetessa Chantal Maillard terrà una lettura di poesie all'Instituto Cervantes di Napoli.

Chantal Maillard, nata a Bruxelles nel 1951, si è trasferita in Spagna nel 1963 e attualmente vive tra Malaga e Barcellona. Titolare della cattedra di Estetica e Teoria delle Arti all’università di Malaga, ha trascorso lunghi periodi a Benarés, dove si è specializzata in filosofia e religioni indiane. Ha collaborato con il supplemento culturale del quotidiano Abc e con El País. Ha coltivato la prosa poetica in: Filosofia en los días críticos (2001), Diarios indios (2005), Husos (2007) e Bélgica (2011). Tra i suoi saggi spiccano anche: La creación por la metáfora (1992), frutto del suo lavoro pioneristico su Maria Zambrano, La razón estética (1998) e il più recente Contra el arte y otras imposturas (2009). Come poetessa ha pubblicato, prima di Matar a Platón (Tusquets, 2004) con il quale ha vinto il Premio Nacional e Poesía, i volumi Hainuwele (1990, Premio Riccardo Molina) e Poemas a mi muerte (1994, Premio Santa Cruz de la Palma). Con Hilos (2006) è stata insignita del Premio de la crítica per la poesia in castigliano 2007.

Ammazzare Platone. In un angolo di periferia mediterranea, in pieno giorno, un uomo viene investito da un camion. Come generate dalla stessa scena che attrae la loro attenzione, iniziano ad apparire figure – passanti, un musicista, una bambina, un anziano, perfino un cane – che moltiplicano l’evento nelle loro prospettive, smontandolo e rimontandolo come i frammenti di un puzzle. Sotto i ventotto componimenti che ruotano intorno a quel l’incidente/accidente, scorrono sottotitoli che raccontano di una donna che si ritrova coinvolta nello stesso gioco della rappresentazione mentre sta portando al suo editore un libro dallo strano titolo: Ammazzare Platone. La dissoluzione del reale è totale, ciò che accade avviene soltanto nel linguaggio; non c’è più un fatto dietro le parole, sono le parole stesse a tessere ogni incrocio casuale di cui si compone la vita: è il tramonto del mondo delle idee di Platone, del giudizio che si sovrappone al reale avvalorandolo, a favore di una realtà più debole, forse, ma più autentica per la sensibilità senza protezione dell’uomo contemporaneo. Ammazzare Platone significa ammazzare il dualismo occidentale, l’abitudine di sovrapporre i concetti alle cose.
 

Ciclo di cinema: "Madrid en corto"

14/04/2014
Nell ambito del ciclo di proiezioni El corto sobre el Mapa, si apre un dialogo con il programa Madrid en corto che prevede la proiezione dei seguenti cortometraggi: Aquel no era yo, A story for the Modlins; El nacimiento, La boda. La sessione avrà una durata di 77 minuti. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Giornata culturale: "Festa del Libro"

23/04/2014
In occasione della Festa del Libro, l’Instituto Cervantes di Napoli organizza una Giornata Porte Aperte. Varie saranno le attività svolte: i ragazzi delle scuole leggeranno degli estratti delle opere di Pablo Neruda, Miguel de Cervantes e Ramón Gómez de la Serna. Si organizzeranno lezioni di improvvisazione teatrale: il gruppo di improvvisazione teatrale dell’Associazione Coffee Brecth organizzerà delle lezioni/spettacolo  con gli studenti delle scuole presenti. Come ogni anno, inoltre, si ascolterà in diretta dal Círculo de Bellas Artes di Madrid la lettura ininterrotta del Chisciotte. Si regaleranno rose e libri, come previsto dalla tradizione di Sant Jordi; si collocheranno per tutto l'istituto dei disegni il cui protagonista sarà “il libro con umorismo”.

Ciclo di cinema: "Cortos de la Comunidad Valenciana"

28/04/2014
Nell'ambito del ciclo di proiezioni El Corto sobre el Mapa, si apre un dialogo con il programa Cortos de la Comunidad Valenciana. Saranno proiettati i cortometraggi: Desayuno con Diadema, Claudia a través del cristal, El gato baila con su sombra, Hidrólisis, Au revoire. La sessione avrà una durata di 64 minuti. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Laboratorio: "Laboratorio di cucina: CUCINA PASQUALE"

29/04/2014

Laboratorio di cucina impartito dallo chef spagnolo Carlos Peña presso Milagros gastrobar. Un incontro al mese da gennaio a giugno. Durata di ogni incontro: circa 2 ore.

Carlos Peña. Chef. È membro dell'Associazione chef spagnoli Aquí España, gruppo di chef spagnoli che collaborano alla diffusione della cucina spagnola nel mondo. Inoltre è membro di Alimentatec, portale di ricerca gastronomica.

Aprile: Cucina pasquale. Cucina austera però saporita. Storia, localizzazione e elaborazione dei pasticci di baccalà, il potaje della vigilia e le torrijas. Il costo è di 40 € a persona con possibilità di sconti. Per informazioni: cultnap@cervantes.es

Laboratorio: "Workshop per bambini: ABITI TIPICI MESSICANI"

30/04/2014
ABITI TIPICI MESSICANI. Gli abiti tipici (nazionali, regionali o folkloristici) esprimono l’identità culturale di una regione. Inoltre, possono indicare la condizione solciale, civile, economica o religiosa di una persona. L’obiettivo é mostrare ai bambini la diversità degli abiti tipici delle diverse zone del Messico, apprezzando i colori e le differenze. Il costo del laboratorio è di 10 € a bambino. Età consigliata: 7-12 anni.

© Instituto Cervantes (Spagna), 1991-2014. Tutti i diritti riservati
Avviso legale
Via Nazario Sauro, 23. 80132 Napoli Tel.: (+39) 081 195 633 11 cennap@cervantes.es