Pagina iniziale > Attività culturali > Programma del mese
 

Italiano / Español

Programma del mese



Mostra: "Spirito maya. Guatemla tra misticismo e tradizione"

26/11/2014 - 17/12/2014

“Mi casa es tu casa” La mia casa è la tua casa. Non è un modo di dire. È un invito a conoscere il paese del Quetzal, un simbolo di amicizia, un appello per conoscere il vero significato dell'anima maya. In Guatemala lo spirito vola libero come una cometa, il cuore si riempe di sorrisi che rallegrano la vita, l'universo colorato affascina ed invita a scoprire il mondo mistico che si trova dietro i fiumi di copale, nella spiritualità primordiale alla ricerca di spazi dimenticati dalla mente e dal cuore. E allora l'impulso ad andare verso l'essenziale, a esplorare le caverne che conducono a  Xibalbá, accarezzando le pietre delle piramidi di Petén, per posizionare le candele votive  sul fuoco sacro, e partecipare alla preghiera che si muove nel cerchio eterno attorno all'altare alla scoperta del proprio nahual (spirito custode) e credere che per forza debba esistere un Dio-Ajau che protegge questa antica saggezza.

Luca Rinaldini è nato a Roma il 1959, dove vive nelle pause dai suoi lunghi viaggi di ricerca in Asia, Africa e Americhe. Le sue foto sono state pubblicate sui principali periodici e riviste nazionali.
Nel 95 pubblica il libro di fotografie Volti e Genti del Vietnam, un viaggio attraverso il Vietnam, i paesaggi, la molteplicità dei gruppi etnici di una terra ancora da conoscere. Questo lavoro è stato presentatoin una mostra fotografica presentata a Roma, Venezia e Milano. Dal 2003/2004 si dedica al Progetto cacao in Brasile, un viaggio fotografico nelle piantagioni dello Stato di Bahia, alla scoperta dei luoghi e dei personaggi descritti dallo scrittore brasiliano  Jorge Amado. Concluso il progetto ha pubblicato il libro dal titolo “Cacao sulle tracce di Jorge Amado” edito da Fabula. Con questo lavoro ha partecipato nel 2006, al Festival di Fotografia di Roma, esponendo all'Ambasciata del Brasile (aprile 2006) . Ad  ottobre 2007 la stessa esposizione si è tenuta presso l'Ambasciata italiana in Brasile nell'ambito del Festival  FotoArte di Brasilia e a Venezia (aprile 2009).
Dal 2010 ha intrapreso un nuovo progetto dal titolo Uomini e Donne di sale”. Un viaggio fotografico attraverso le comunità del sale nel mondo.che documenta la cultura del lavoro, gli aspetti della vita quotidiana, le feste e i rituali collegati con la produzione del sale nei diversi continenti. Le prime tappe sono state i Messico, Guatemala, India, Marocco, Egitto e Italia.

Ciclo di cinema: "Cinema guatemalteco"

01/12/2014 - 15/12/2014

Nell'ambito del programma Guatemala corazón del mundo maya, che include una esposizione di fotografie e tre conferenze sul Guatemala, si propone un ciclo di due film guatemaltechi: Donde nace el sol di  Elías Jiménez (2012) e El bocado de los dioses di Ana Carlos (2006).

Proiezione cinematografica: "Donde nace el Sol"

01/12/2014

MAYA, una donna indigena, sperimenta durante la sua infanzia l'invasione della sua cultura ancestrale a causa di idee errate di convivenza mondiale. Deve fuggire per salvarsi la vita. Con l'aiuto spirituale dei suoi antenati sopravvive nella foresta ed impara a rispettarla. Ma impara anche che il cammino deve essere percorso in solitudine. Da ragazza vive in una comunità clandestina, conosce la sofferenza del suo popolo per la mancanza di terra e la invasione straniera. Maya deve fuggire per sopravvivere. Da grande abbandona la guida spirituale degli antenati e cerca di ricostruire egoisticamente il proprio passato nella dimensione umana, ignorando temporaneamente la devastazione del suo popolo.
Un viaggio di cinquecento anni verso il futuro le darà la possibilità di contribuire al rinnovamento delle generazioni che verranno.

 


 

Ciclo di conferenze: "Guatemala, cultura maya e paese di investimenti e turismo"

03/12/2014 - 17/12/2014
Nell’ambito delle attività dedicate al Guatemala, si terranno tre conferenze: Guatemala país de inversión, a cura dell’addetta PACIT Marcia Méndez. El cielo en suspenso: voces y silencios de los maya de ayer y de hoy a cura dell’antropologa Flavia Cuturi e infine, in occasione della chiusura del programma monográfico Guatemala, corazón del mundo maya, la conferenza Guatemala come destinazione turística a cura del fotografo napoletano Emanuele Di Cesare e di Nelson Olivero, Primo segretario e console di Guatemala.

Conferenza: "Guatemala, paese dove investire"

03/12/2014

La conferenza Guatemala, país de inversión, vuole offrire una visone generale del Guatemala e presentare l’attuale situazione economica di un paese interessante per gli investimenti, oltre ad illustrare alcuni progetti di investimento in programma.

La conferenza cercherà di mettere in luce le caratteristiche fisiche, di ubicazione strategica, di stabilità giuridica e finanziaria del Guatemala che richiamano gli investimenti multisettoriali Il Guatemala rappresenta il 35% del PIL dell’economia del Centroamerica, ha 15  milioni di abitanti, un terzo della popolazione della regione, ed ha più di 350 microclimi che consentono di fornire qualsiasi tipo di prodotto durante tutto l’anno. Ha un sottosuolo che consente l’estrazione di oro argento e nikel e giacimenti di gas e petrolio, nonché un’industria  tessile e  manifatturiera ed un settore terziario molto sviluppato. 

Marcia Méndez è Responsabile Commerciale, investimenti e Turismo del Guatemala  del PACIT - Programa de Agregados Comerciales, Inversión y Turismo- con sede presso la Ambasciata del Guatemala a Madrid, Spagna.

Conferenza: "Il cielo sospeso: voci e silenzi dei maya di ieri e di oggi"

10/12/2014

Questo è il racconto di come tutto era sospeso, tutto calmo, in silenzio; tutto immobile, tranquillo, e la distesa del cielo era vuota..... Così inizia el Popol Vuh, il libro sacro dei Maya Quiché; inizia in questo modo la creazione del mondo, e poi  alcuni tentativi di creare gli esseri umani, uomini e donne, fatti di mais giallo e mais bianco. Dal silenzio, dalla calma, dall’ immobilità, dal vuoto, dall’oscurità, tutto ciò che era in sospeso prese vita, movimento, si fece ascoltare, dando inizio a uno scambio, un patto eterno tra creatori e creati. Un patto che oggi continua ad essere il respiro della vita per tutti gli esseri e da tutti nutrito, nonostante nella terra dei Maya, la storia si sia frapposta e abbia impresso discontinuità e imposto Altri creatori venuti dalla confusione, dal rumore delle armi, dall’inquietudine dell’anima. Dal silenzio e dall’immobiltà le foto impongono alla realtà e Luca Rinaldini svela le voci e i movimenti dei Maya, testimoni di una storia millenaria che bisogna sempre più ascoltare e che cercheró di raccontare.

Flavia Cuturi è professore associato di Antropologia culturale presso l’Università di Napoli "L'Orientale". È stata ricercatrice presso la Facoltà di Lettere e Filosofia presso l’Università di Torino dal 1993 al 2001. Da tempo si dedica alla ricerca antropologica, etno-linguistica ed etno-storica in Messico. Autrice di numerose opere tra cui: Etnografías de eventos comunicativos  (ed. 1997), Juan Olivares (2003), En el nombre de Dios (ed. 2004. Recentemente, ha scritto un libro bilingue sulle pratiche culinarie delle donne  ikoots.

Proiezione cinematografica: "Livingstone - El Sabor de mi Tierra"

15/12/2014

Livingstone  è un film documentario del 2006 della durata di 58 minuti e che fa parte della serie televisiva El Sabor de mi tierra, prodotta e diretta dalla cineasta guatemalteca Ana Carlos.
El Sabor de Mi Tierra
è un programma televisivo il cui proposito  è documentare e diffondere le tradizioni culinarie del Guatemala. La tradizione culinaria si diffonde attraverso le voci delle cuoche e dei cuochi guatemaltechi  che mostrano la profonda influenza e le molteplici funzioni della gastronomia. Due conduttori avventurosi percorrono la geografía nazionale alla ricerca delle origini dell’ancestrale gastronomia Maya, preservata di generazione in generazione dalla comunità come un’eredità preziosa.

Ana Carlos ha una grande esperienza nella produzione di documentari e annunci pubblicitari ed è stata premiata a livello internazionale in molti e  prestigiosi festival.

Conferenza: "Guatemala come destinazione turistica"

17/12/2014
Nelson Rafael Olivero, Primo Segretario e Console persenterà, l’ultmo giorno delle attività dedicate al Guatemala, il progetto INGUAT offrendo una panoramica dei luoghi turistici ed archeologici, delle spiagge e della  città coloniale Antigua Guatemala e della moderna capitale di Ciudad del Gautemala per la pormozione dell’immagine del paese e delle sue attrazioni turistiche. Darà inoltre informazioni tecniche per poter viaggiare e soggiornare in Guatemala.
Inoltre sarà presente il fotografo napoletano Emanuele Di Cesare che mostrerà alcune immagini del suo viaggio in Guatemala.

Via Nazario Sauro, 23. 80132 Napoli Tel.: (+39) 081 195 633 11 cen1nap@cervantes.es

© Instituto Cervantes (Spagna), 1991-2014. Tutti i diritti riservati
Avviso legale