Pagina iniziale > Attività culturali > Programma del mese
 

Italiano / Español

Programma del mese



Mostra: "El Greco Architeto de retablos. Fotografie di Joaquín Bérchez"

25/09/2014 - 24/10/2014

In occasione del quarto centenario dalla morte di Doménico Theotocópuli “El Greco” a Toledo (Candía, Creta, 1541- Toledo, 1614), questa esposizione fotografica ripercorre i momenti più importanti della sua attività artistica, in Spagna, nell’ambito dell’arte del retablo ovvero delle pale d’altare. El Greco, formatosi prima a Creta e poi a Venezia e Roma, nel 1577 arrivò a Toledo città in cui il sistema di produzione delle immagini era diverso da quello italiano e dove l’artista realizzava non solo i dipinti ma anche le pale d’altare, i retablos appunto,  per incorniciarli. In Spagna oltre alla sua grande produzione artistica come pittore, El Greco lavorò come architeto, progettando le pale d’altare; insieme al figlo Manuel, si occupò dell’intaglio dell’assemblaggio e  della doratura  degli elementi architettonici delle pale. A Toledo, El Greco si fece notare per lo stile personale, per un particolare gusto nell’uso dell’oro brunito e matto, eredità dei primi anni di formazione trascorsi a Creta. Le lezioni di architettura di avanguardia durante il soggiorno a Venezia e Roma (in particolare di Andrea Palladio e di Michelangelo) vennero da lui reinterpretate ed applicate agli usi e ai modi dell’architettuta spagnola e toledana, soprattutto.
EL  GRECO ARCHITETO DE RETABLOS, vuole mostrare il ricco e multiple dialogo tra la cornice e la pittura del Greco, cornici non solo delle pale d’altare ma anche delle architetture e degli ambienti ecclesiastici nei quali si utilizzavano.

Joaquín Bérchez è fotografo e storico dell’architettura. La sua opera fotografica è stata esposta in numerose città spagnole e in diverse gallerie internazionali: New York (Queen Sofia Spanisu Institute), Messico (Colegio de Minería), Vicenza (Museo Palladio), Palermo (Università degli Studi di Palermo), Roma (Real Academia de España), Camerino (Palazzo Ducale), Lisbona (Museu Arte Popular).  Le sue fotografie sono presenti su riviste internazionali quali FMR, Franco Maria Ricci e da dieci anni illustra le copertine degli Annali di Architettura. La sua fotografia diviene uno strumento di narrazione e di creazione visiva sull’architettura e sul paesaggio. Con EL GRECO ARCHITETO DE RETABLOS Joaquín Bérchez, grazie alla sua personale strategia fotografica e ad un uso intelligente del particolare e della frammentazione, ci svela i valori plastici che lo definiscono, oltre alla profonda conoscenza del linguaggio architettonico utilizzato da El Greco nei suoi retablos. Aspetto, quest’ultimo, inedito e poco conosciuto  della poliedrica personalità artistica de El Greco.

Inaugurazione: 25 settembre ore 19.00

Festival: "Napoli Film Festival"

29/09/2014 - 05/10/2014
Nell'ambito della XVI edizione del Napoli Film Festival, l'Instituto Cervantes di Napoli parteciperà con un omaggio ai registi spagnoli Julio MedemPablo Berger.
I film in programma sono: La ardilla roja, Lucía y el sexo, Caótica Ana, 7 días en La Habana e Vacas di Julio Medem; Torremolinos 73 e Blancanieves di Pablo Berger.
Il regista cinematografico  Julio Medem è nato nel 1958 a San Sebastián. Laureato in Medicina e Chirurgia Generale presso la Universidad del País Vasco nel 1985. Nel 1974 realizza alcuni cortometraggi in  formato super-8, El Ciego (1976) Fideos (1979). Nel 1985 dirige Patas en la cabeza e ottiene il Premio de Cine Vasco  al Certamen Internacional de Cine Documental y Cortometraje di Bilbao nel 1986. Nel 1987 ottiene il  Premio Telenorte con il cortometraggio Las seis en punta (1987).
Da allora si dedica al cinema da professionista. Nel 1992 dirige il suo primo lungometraggio ,Vacas, De vince il premio Goya come miglior regista esordiente. Il suo secondo lungometraggio,   La ardilla roja (1993), ottiene il premio come miglior film straniero al  festival di Cannes  de è premiato ai festival  di  Fort Lauderdale (Stati Uniti), Bogota e Bucarest, per citarne alcuni. Tierra (1994), è in concorso al  festival di Cannes nel  1996. Nel  1998 arriva al cinema  Los Amantes Del Circulo Polar con un gran successo di pubblico. Nel 2001 ha diretto  Lucía y el Sexo, con protagonista Paz Vega. Nel 2007 realizza il film Caótica Ana. Nel 2009 gira a Roma Habitación.
Pablo Berger (Bilbao, 1963) nel  1988 ha diretto il suo primo cortometraggio  Mamá, con la direzione artistica di Álex de la Iglesia. Ottiene una borsa di studio per  un master di cinema alla New York University. Dopo il Dottorato ha insegnato cinematografia presso la  New York Film Academy (NYFA). Parallelamente ha lavorato come pubblicita e regista di videoclip e nel 2003 ha girato il film  Torremolinos 73, con Javier Cámara, Fernando Tejero e Candela Peña.
Nel 2012  esce il suo terzo film, Blancanieves, scelto per rappresentare la Spagna agli Oscar nella categoria Miglior Film straniero in lingua non inglese, ed ha vinto 10 Premi Goya, tra i quali miglior film e miglior sceneggiatura originale.

© Instituto Cervantes (Spagna), 1991-2014. Tutti i diritti riservati
Avviso legale
Via Nazario Sauro, 23. 80132 Napoli Tel.: (+39) 081 195 633 11 cennap@cervantes.es